Strumenti personali
Sei in: INGV > L'Istituto > Progetti e convenzioni > Progetti finanziati dal Dipartimento di Protezione Civile > Progetti DPC Convenzione 2007-2009 > Progetti Sismologici > Progetto S1 - Determinazione del potenziale sismogenetico in Italia per il calcolo della pericolosità sismica
Azioni sul documento

Progetto S1 - Determinazione del potenziale sismogenetico in Italia per il calcolo della pericolosità sismica

Coordinatori:  Salvatore Barba e Carlo Doglioni


La sismicità italiana è l’effetto di processi geodinamici associati alla geodinamica della placca adriatica e della sua interazione con quelle africana ed europea. Il progetto si propone come contenitore di nuovi dati, e di una loro elaborazione il più possibile scevra da interpretazioni a priori, al fine di arrivare a proporre una descrizione della struttura profonda e della sismicità in 3D il più possibile oggettiva e di pubblica utilità.

Il progetto intende continuare quanto già avviato positivamente con i precedenti progetti finanziati dal DPC, nello studio delle strutture sismogenetiche nel territorio italiano e nei mari adiacenti. In particolare S1 è in buona parte la prosecuzione del precedente S2. Il nuovo progetto si articola in 3 parti intercorrelate: 1) un’analisi ed una revisione dei dati geofisici a scala nazionale per meglio vincolare le condizioni al contorno della geodinamica; ad esempio vi sarà un raffinamento della rilocalizzazione della sismicità strumentale; i dati geodetici verranno il più possibile unificati per fornire una soluzione unica e affidabile delle velocità orizzontali ricavate da stazioni permanenti GPS per tutto il territorio italiano; sarà elaborata una nuova mappa della Moho, vincolata dalla gravimetria e ricostruita tramite receiver functions; una nuova mappa dello spessore della litosfera tramite le onde di superficie; verrà messa in cantiere una mappa delle velocità verticali; sarà emendata la mappa del flusso di calore in Italia; 2) sarà contestualmente effettuato uno studio generale della reologia del territorio, tarato con le nuove conoscenze di flusso di calore, velocità orizzontali e verticali, strain rate, tensori di sforzo, composizione e spessore della crosta e del mantello litosferico; tipologia e lunghezza delle faglie, il tutto al fine di poter stabilire a priori le M massime stimabili per l’intero territorio nazionale; 3) infine, si svolgeranno studi regionali in aree finora meno studiate come il fronte appenninico padano, ionico e siciliano per riconoscere tramite sezioni sismiche, rilevamenti di terreno, trincee, dati di pozzo, ecc. il campo di stress e le strutture attive. Il progetto verrà integrato da studi sulla sismicità storica e sugli tsunami. Inoltre verrà effettuato uno studio numerico e di evoluzione spazio-temporale della sismicità. Tutti i risultati saranno inseriti in un database 3D gestibile in Arcgis e fruibile dalla comunità scientifica.


vai al sito WEB del progetto S1 (accesso riservato)



scarica progetto S1 (pdf 228.9 KB)
scarica schede di UR del progetto S1 (pdf 1.9MB)
materiale aggiuntivo (xls 51.5 KB)
scarica risposte al CIV (pdf 122.4KB)

Modifiche al Progetto Originale (settembre 2008)
Approvazione Modifiche (pdf 58.6kb)
Richiesta Modifiche (pdf 1.1Mb)